Perché rivolgersi ad una società di recupero crediti etica

Perchè è un grosso rischio affidarsi ad una società di recupero che non opera in modo etico?

Partiamo dal presupposto che nessuno vuole che il nome della propria società venga associato ad un soggetto o ad un partner che possa danneggiare la sua reputazione o peggio, coinvolgerla in guai giudiziari. Purtroppo però molte aziende, a volte spinte da svariati motivi, si rivolgono a società di recupero che non possono essere considerate etiche a causa delle loro abitudini.

Sul territorio italiano ci sono molte società di recupero che si assicurano di far lavorare i propri dipendenti in maniera del tutto rispettabile, purtroppo ciò non esclude la presenza di esattori (e società) che non lavorano nel rispetto delle regole.
Alcuni di questi agiscono al limite della legalità, altre volte invece in modo del tutto illegale arrivando a minacciare i clienti di danni fisici. Altri ancora tendono a manipolare il cliente raccontando falsità, si spacciano per incaricati del tribunale o si presentano addirittura come rappresentanti delle forze dell’ordine.
Non sono rari i casi in cui questi soggetti contattano familiari, amici, colleghi o capi di lavoro per metterli al corrente della situazione al solo scopo di costringere il cliente a pagare.
Spesso le società che operano in modo amorale (ed illegale!) utilizzano dei sistemi informatici per l’invio di sms automatici e di telefonate a qualsiasi ora del giorno e della notte per molestare il malcapitato.

Inutile dire che tutte queste pratiche costituiscono violazioni gravissime che portano a conseguenze penali personali  (come nel caso dell’ usurpazione di titoli ed onori Art. 498 c.p.) e a livello societario.

Ma oltre alla società di recupero disonesta chi ne paga le conseguenze è l’incauto cliente che si è rivolto ad essa, un debitore turbato o infastidito difficilmente adempierà alla sua obbligazione e la sua pratica può considerarsi “bruciata”. Questo è un lusso che forse nemmeno le grandi società possono permettersi, un cliente scontento infatti non solo ritarderà il pagamento ma farà anche cattiva pubblicità ledendo l’immagine del brand.

Crediamo che non sia necessario aggiungere altri motivi per i quali valga la pena rivolgersi ad una società di recupero che lavora in modo etico e trasparente. Affidati quindi sempre ad società con una consolidata esperienza e con un ottima reputazione che la preceda!

Per approfondimenti segnaliamo: “Codice di condotta per i processi di gestione e tutela del  credito” predisposto dall’UNIREC, Unione Nazionale Imprese a Tutela del Credito.

Questo articolo ha un commento

  1. Molto interessante

Lascia un commento

Chiudi il menu